Gi Group Team recupero magnifico, Ravenna battuta in quattro set

Gi Group Team recupero magnifico, Ravenna battuta in quattro set

Gi Group Team Monza – Bunge Ravenna 3-1 (20-25, 25-19, 25-18, 25-21)
Gi Group Team Monza: Shoji 3, Botto 4, Beretta 13, Finger 18, Dzavoronok 2, Barone 4; Rizzo (L), Terpin, Plotnytskyi 22, Walsh, Langlois. N.e. Buti, Brunetti (L), Hirsch. All. Falasca.
Bunge Ravenna: Poglajen 12, Diamantini 7, Buchegger 24, Raffaelli 8, Georgiev 8, Orduna 1; Goi (L), Vitelli 1, Gutierrez 3, Marechal. N.e. Mazzone, Pistolesi, Marchini. All. Soli.

NOTE

Arbitri: Florian Massimo, Pozzato Andrea

Durata set: 25’, 26’, 26’, 30’ Totale 1h47’

Gi Group Team Monza: battute sbagliate 15, vincenti 3, muri 14, errori 20, attacco 52%
Bunge Ravenna: : battute sbagliate 19, battute vincenti 4, muri 12, errori 28, attacco 44%

Impianto: Candy Arena di Monza

Spettatori: 2144

MVP: Oleg Plotnytskyi (Gi Group Team Monza)

MONZA, 17 DICEMBRE – Ancora una volta, la quarta in questa stagione, la quinta se si considera anche la vittoria nella Del Monte® Coppa Italia, il Gi Group Team Monza fa gioire il pubblico della Candy Arena. Questa volta la vittima è un’ottima Bunge Ravenna, arrivata in Brianza con l’intento di firmare la sua settima vittoria dell’anno ma incapace di farlo nonostante la conquista determinata del primo gioco. Alla fine sono i ragazzi di Falasca, infatti, a far loro tre punti importantissimi in chiave classifica grazie al 3-1 finale firmato in rimonta sui romagnoli nella dodicesima giornata di andata della SuperLega UnipolSai 2017-2018. A distanza di una settimana dall’ultimo appuntamento prima del giro di boa, Botto e compagni chiudono con una vittoria l’ultimo confronto casalingo del 2017, trainati da un Plotnytskyi devastante, entrato a gara in corso e capace di firmare 22 punti, 4 muri, 67% in attacco: numeri che gli hanno regalato al termine della gara il premio MVP. A spingere i monzesi alla vittoria, però, anche una grintosa prova a muro (14 contro i 12 ravennate), in attacco (52% contro il 44% degli ospiti) impreziosita dagli individualismi di Finger (18 punti, 1 ace, 1 muro) e Beretta (13 punti, 1 ace e ben 6 muri). La squadra di Soli ha tenuto il passo dei brianzoli nel terzo set con il solito Buchegger (24 punti, 2 ace, 2 muri) e con le giocate di Poglajen in attacco (12 punti, 2 muri) e Georgiev e Diamantini a muro (7 in due) ma non è bastato: Monza ha schiacciato sull’acceleratore nel quarto (22-17) e chiuso la gara 3-1.

LE DICHIARAZIONI POST PARTITA
Oleg Plotnytskyi (schiacciatore Gi Group Team Monza): “E’ stata davvero una grande serata per noi. Merito di un pubblico eccezionale e della nostra voglia di fare nostri questi tre punti. Siamo partiti sottotono, complice un ottimo avvio di Ravenna al servizio, ma poi il rientro nel secondo set ci ha spianato la strada per la vittoria. Quando siamo convinti nelle nostre potenzialità diventiamo davvero difficili da battere. Sarà importante mantenere questo approccio e questa determinazione anche nelle prossime gara perché in settimana ci alleniamo davvero bene ed abbiamo voglia di dimostrare il nostro valore”.
Cristian Gabriel Pogjalen (schiacciatore Bunge Ravenna): “
Sapevamo che questa sfida sarebbe stata tosta. Monza finora ha sempre dato il meglio davanti al suo pubblico e anche questa sera l’ha dimostrato rimontandoci dopo aver perso il primo set. Cosa non ha girato? Sicuramente il servizio dal secondo set in poi: loro sono cresciuti molto sia in attacco che in battuta e chiaramente ci hanno creato problemi. Dovremo ripartire con carattere e grinta perché ci aspettano partite importanti prima della chiusura dell’anno. Complimenti a loro per come hanno recuperato ma dobbiamo e possiamo sicuramente fare di più”.

LA CRONACA IN BREVE
PRIMO SET
L’errore di Diamantini dal centro ed il muro di Beretta su Raffaelli lanciano il Gi Group Team sul 2-0. Ancora Beretta a segno dal centro e Finger con il mani fuori: 4-1 Gi Group Team. Esce fuori Ravenna, che accorcia con due muri (6-4). La squadra di Soli inizia a carburare, trainata da un ottimo Poglajen a muro,  e acciuffa il pari (6-6). Si viaggia sull’equilibrio fino al 10-10,  poi la Bunge firma un break di due punti (errore al servizio Botto e giocata di Buchegger), 12-10 e Falasca chiama time-out. Buchegger scalda la mano firmando due ace di fila (15-10) e Falasca chiama nuovamente time-out per dare una scossa ai suoi. Entra Plotnytskyi per Dzavoronok ma Poglajen continua ad andare a segno dal centro (18-10 Bunge). Due lampi di Plotnytskyi tengono in corsa Monza (19-13) ma il muro di Buchegger su Botto stoppa l’entusiasmo lombardo, 22-14 per i romagnoli. Prima un filotto di tre punti (22-18) e successivamente la giocata di Finger (24-20) fanno sperare il Gi Group Team, ma Terpin spara out il servizio e Ravenna fa suo il primo set 25-20.

SECONDO SET
Accelerazione del Gi Group Team nelle prime battute grazie all’ottimo turno al servizio di Shoji e alle giocate di Plotnytskyi e Beretta (5-1) e time-out Ravenna. Al ritorno in campo Beretta mura Diamantini (filotto di sei punti Gi Group Team) ma Buchegger e Raffaelli stoppano il buon momento monzese, 6-3. Finger mura Raffaelli che poi spara fuori ed i monzesi si portano sul 10-4 e Soli chiama time-out. Monza è determinata a capitalizzare il vantaggio, supportata dal suo pubblico, Ravenna attenta a non perdere nessuna occasione per accorciare le distanze (12-5 per i brianzoli). Plotnytskyi e l’errore degli ospiti al servizio consente al Gi Group Team di volare sul 16-8, ma Buchegger ed il primo tempo di Vitelli permettono alla Bunge di accorciare le distanze (17-12). Plotnytskyi (attacco vincente e muro) e Botto lanciano Monza sul 22-15, con la squadra ospite che appare frastornata nonostante la timida reazione guidata da Buchegger (22-17). Ancora Plotnytskyi, Finger e Beretta (muro su Buchegger) chiudono il set 25-19 per il Gi Group Team Monza.

TERZO SET
Grande equilibrio fino al 5-5, poi break Gi Group Team guidato da Plotnytskyi: 8-5 Monza e time-out Ravenna. L’errore di Poglajen al servizio e l’ace di Shoji agevolano la discesa monzese 10-6 e la Bunge appare nuovamente incapace di reagire. Trainato dall’entusiasmo del suo pubblico il Gi Group Team vola sul 18-10 grazie a Beretta e Finger (un ace a testa), Botto e Plotnytskyi. La Bunge appare alle corde: Gutierrez, entrato al posto di Raffaelli, e le poche sbavature dei padroni di casa sono le armi con cui gli ospiti tengono aperto l’esito del parziale (19-12). Finger e Plotnytskyi iniziano a spingere sull’acceleratore in attacco per Monza (21-13), Gutierrez e Buchegger non sbagliano per Ravenna (24-17). Nonostante due punti di fila degli ospiti, però, è la squadra di Falasca a chiudere il gioco, forte del vantaggio accumulato, 25-18.

QUARTO SET
Dopo il 2-2 iniziale il Gi Group Team Monza scappa con tre giocate di Finger e una testa di Beretta e Barone, 5-2 e Soli chiama time-out. Con un filotto di quattro punti guidato da Buchegger (due lampi di fila) e Pogjalen, Ravenna pareggia i conti (6-6). Sembra che sia una sfida punto a punto, ed invece Plotnytskyi rompe l’equilibrio e Beretta lo imita: 11-9 Gi Group Team. Monza continua a spingere con Botto e Beretta, Buchegger tiene in corsa i romagnoli (15-14) e Falasca chiama time-out. Alla ripresa del gioco Plotnytskyi diventa devastante e chiude praticamente il set con tre giocate di fila (22-17). L’attacco vincente di Finger e due errori degli ospiti regalano il parziale, 25-21 e la partita 3-1 al Gi Group Team Monza.

Seguici sui Social