Storia

Il Consorzio Vero Volley, struttura nata ufficialmente il 9 settembre 2008 con sede nella città di Monza, è un progetto di cultura sportiva, unico nel suo genere, che attualmente coinvolge sei società di pallavolo lombarde con l’obiettivo di ricercare l’eccellenza in tutti i contesti in cui queste operano. Il Consorzio ha vissuto il suo primo atto ufficiale con la firma di uno Statuto che ha definito gli obblighi e gli adempimenti per le società aderenti, chiarendone allo stesso tempo gli ambiti di autonomia e formalizzando gli organi istituzionali di Vero Volley.

Oggi i membri del Consorzio sono: Pro Victoria Pallavolo Monza, Volley Milano, Pallavolo Avis Cernusco, Pallavolo Rondò Muggiò, Polisportiva Di Nova e Viscontini Volley Milano.

Il Consorzio Vero Volley, negli anni, ha attivato anche diverse collaborazioni con altre realtà sportive che, pur non aderendovi in maniera ufficiale, si sono avvicinate al progetto sportivo di Vero Volley con obiettivi e finalità comuni. Negli ultimi anni il Consorzio sta operando a stretto contatto con la società Cistellum di Cislago, in provincia di Varese, con la quale vengono allestite diverse formazioni di eccellenza del settore giovanile femminile fino alla serie B.

Il Consorzio Vero Volley si propone come un punto di riferimento, di supporto e affiancamento alle società partecipanti, per facilitare il raggiungimento di obiettivi comuni e condivisi, oltre a quelli di ogni singola società, perseguendo un’unica proposta educativa, sportiva e culturale nel rispetto delle peculiari individualità che ogni sodalizio consorziato possiede.

Dal 2012 il Consorzio ha stipulato con il Comune di Monza una convenzione, prolungata con durata ventennale fino al 2037, per la gestione del Palazzetto dello sport cittadino, impianto che è diventato, proprio negli ultimi anni, uno dei Palasport più belli e accoglienti d’Italia.

Nel 2016, inoltre, l’Amministrazione Comunale di Monza ha premiato la Presidente, Alessandra Marzari, con il “Giovannino d’Oro”, benemerenza conferita per aver avvicinato, nel corso degli anni, migliaia di giovani allo sport attraverso il Consorzio Vero Volley.

Mission

Educare i giovani atleti e tutti i principali “portatori di interesse” (i nostri “stakeholder”) verso un concetto autentico (“vero”) di sport, orientato al futuro, da raggiungere attraverso obiettivi ambiziosi, metodi innovativi e valori etici solidi, forti e condivisi. In quest’ottica la palestra diventa un luogo dove si trasmettono competenze che aiutano la crescita personale, in cui è facile insegnare il rispetto delle regole, la dedizione, la lealtà, la sincerità nei rapporti. Il luogo dove poter stare bene con gli altri in ogni occasione, dove fare cultura dello sport e dove poter sperimentare e accrescere le proprie capacità motorie. Dove applicarsi insieme per un obiettivo comune, nutrendo un sano agonismo e sviluppando quelle che sono delle fondamentali “abilità per la vita”, come indicato anche dalle più recenti linee guida della Comunità Europea.

Obiettivi

La grande crescita della nostra realtà e della sua rilevanza nel mondo dello sport e della cultura nel corso degli anni, unite ad un importante ampliamento della struttura del Consorzio, hanno reso necessario dare un’organizzazione per certi versi più manageriale a Vero Volley.

È stato, quindi, elaborato un “metodo”, che si basa su competenze specifiche e precise e prevede, prima di tutto:

1) L’identificazione degli obiettivi da raggiungere.

2) L’identificazione dei “portatori di interesse” per il singolo obiettivo.

3) L’identificazione degli strumenti per raggiungerlo.

Attualmente il Consorzio Vero Volley sta lavorando nei seguenti ambiti e su questi obiettivi:

1) I benefici psico-fisici dell’attività sportiva e la diminuzione del “drop-out” (o abbandono della pratica sportiva).

2) La diffusione del gioco della pallavolo.

3) Un’eccellenza sportiva e tecnica da raggiungere con metodologie di allenamento corrette, moderne e condivise, rispettose dell’atleta come persona.

4) La conquista di risultati sportivi e agonistici nel rispetto delle capacità del singolo e della squadra.

5) Un approccio alla gestione di tipo manageriale.

6) La sostenibilità della struttura stessa.

7) Lo sviluppo di relazioni virtuose con il territorio, le amministrazioni e gli enti locali.