Sabato all’Euro Hotel Residence il terzo Vero Volley Network Day
vero volley network
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin

L’appuntamento è per sabato 28 settembre, all’Euro Hotel Residence di Concorezzo, a partire dalle ore 11.00: sarà il momento del terzo Vero Volley Network Day! Una giornata di sport e condivisione di valori, tra la “casa madre” del Consorzio Vero Volley e le oltre 50 società affiliate al circuito del “Network”, provenienti da ogni parte d’Italia.

Il via ufficiale della giornata sarà alle 11.30, con il benvenuto di Alessandra Marzari, presidente del Consorzio Vero Volley, e di Claudio Bianchi, autentico “motore” dell’iniziativa del Vero Volley Network. A seguire, si terrà l’intervento della Dottoressa Lucia D’Ercole sullo sportello legale a beneficio delle società affiliate. Dopo una breve pausa, sarà il momento dell’Ing. Andrea Boaretto, Consulente del Consorzio Vero Volley, che parlerà di organizzazione societaria e farà un’introduzione al CRM, e di Gianpaolo Martire, responsabile marketing della struttura monzese. Sarà poi la volta di Eugenio Peralta, caporedattore della testata Volley NEWS, prima della presentazione delle best practice da parte di alcune società presenti del circuito del Vero Volley Network.

Il programma, quindi, vedrà un momento di networking tra il Consorzio e le società affiliate, con la presenza di box dedicati agli sponsor e la presentazione dei servizi del Consorzio. Al termine, la consueta e imperdibile “Cena Italia“, organizzata con i prodotti tipici locali delle regioni dove è presente il Vero Volley Network.

L’idea del Vero Volley Network – spiega Claudio Bianchinasce dalla volontà della struttura di Monza di creare una rete di collaborazione tra diverse società sportive su tutto il territorio nazionale e non solo. Quella che noi offriamo è una grande opportunità per delle realtà di provata qualità e serietà, a cui diamo la possibilità di confrontarsi con la struttura del Consorzio Vero Volley, i suoi staff, i progetti di ricerca e le nuove tecnologie alle quali abbiamo la possibilità di avere accesso”.

Condividi la notizia!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin