SKIN_BACK_ALL
“Pari e Dispari, modifica dei campionati giovanili, opportunità e criticità”: venerdì la riunione tra Vero Volley e le società del Network
call network
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin

Nel pomeriggio di venerdì 3 aprile è andata in scena una conference call sul tema “Pari e Dispari, modifica dei campionati giovanili: opportunità e criticità”. La riunione, organizzata dal responsabile del Vero Volley Network, Claudio Bianchi, insieme alle direzioni Sportiva e Tecnica del Consorzio Vero Volley rappresentate da Valentina Centenero, Mauro Rech e Francesco Cattaneo, ha visto la partecipazione di più di 60 rappresentanti del settore giovanile Vero Volley e delle società del Vero Volley Network.

L’obiettivo era la presentazione della proposta di una riorganizzazione del settore giovanile a livello nazionale (maschile e femminile), che prevede lo spostamento di un anno delle attuali categorie Under, almeno per il prossimo quadriennio. Le nuove categorie sarebbero quindi Under 13, 14, 15, 17 e 19, delle quali solo le ultime tre prevederebbero anche le Finali Nazionali.

Alla base della proposta ci sono motivazioni contingenti all’emergenza coronavirus (per esempio, come permettere alle società di risparmiare risorse economiche e ai ragazzi di portare a termine la stagione con i rispettivi gruppi), ma anche motivazioni tecniche (far coincidere gli anni del settore giovanile con quelli della scuola, differenziare maggiormente le categorie Under 13-15 in cui c’è maggiore sviluppo fisico) e psicologiche (l’adolescenza oggi ha tempi più lunghi che in passato e i talenti emergono in fasce di età più avanzata).

Il progetto è stato presentato oggi insieme a una dettagliata analisi sullo spazio che i giovani delle categorie Under riescono a trovare oggi nei campionati di Serie A maschile e femminile. La stessa proposta è stata fatta circolare anche all’interno del network Anderlini. In seguito, una volta raccolti i pareri di tutti gli interessati, si formulerà un progetto articolato da presentare ufficialmente alla Federazione.

Vogliamo essere partecipi e in sinergia per la realizzazione di un documento che possa dare un contributo concretole parole di Claudio Bianchisu cui, poi, gli organismi competenti potranno fare le loro valutazioni”.

La prossima call, per riepilogare i pareri ricevuti e formalizzare il progetto, è fissata per giovedì 9 aprile.

Condividi la notizia!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin