SKIN_BACK_ALL
Con Tuttinrete all’Arena di Monza è iniziata la consegna dei computer per la Didattica a distanza!
Candy Arena 3 copia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Oltre 100 ragazzi, già da oggi, potranno riprendere a studiare attraverso la Didattica a Distanza grazie all’iniziativa Tuttinrete. E’ cominciata, infatti, la distribuzione degli apparecchi usati – computer e tablet – finora raccolti, sanificati, formattati e, quindi, ripristinati con i software necessari, oppure acquistati nuovi direttamente da Tuttinrete, per permettere la partecipazione alle lezioni scolastiche online alle famiglie in difficoltà nelle province di Bergamo e Monza.
Sul territorio monzese gli studenti cui si è rivolta la prima distribuzione sono gli alunni dell’istituto comprensivo di via Cialdini, della scuola di via Agnesi e della scuola Dante Alighieri, così come la consegna è stata attivata anche a Bergamo attraverso il Comune.
Agli studenti non viene fornito soltanto un computer o tablet, ma è garantita anche la connettività necessaria per partecipare alle lezioni attraverso dei router portatili dotati delle relative Sim (in collaborazione con Vodafone e l’agenzia business My Way e il supporto del Consorzio Vero Volley).
Tuttinrete (progetto di volontari sviluppato nell’ambito dell’iniziativa di solidarietà Mille Respiri per Bergamo e Monza Brianza nata a fine marzo in collaborazione con le amministrazioni comunali di Bergamo e Monza e le sezioni Ucid di Bergamo e Monza Brianza) ha provveduto anche ad acquistare direttamente i tablet necessari per completare l’offerta degli apparecchi ricevuti attraverso la raccolta pubblica iniziata qualche settimana fa e rispondere alle circa 300 richieste segnalate in questo periodo: la distribuzione degli apparecchi è stata programmata tra oggi e i prossimi giorni.
Inoltre, con Tuttinrete adesso è possibile anche donare economicamente proprio per contribuire direttamente all’acquisto di un tablet nuovo: con 50€, 75€ o con un contributo di oltre 100€ si potranno garantire a dei ragazzi la connettività, gli strumenti oppure il kit completo con tutte le attrezzature necessarie (tablet, router e Sim) per partecipare alle proprie lezioni scolastiche a distanza.
E’ possibile donare sul conto corrente:
IBAN: IT13L0503420408000000033706
Intestatario: UCID MB
Coordinate Bancarie Banco BPM: Monza Agenzia 1079
Causale: Nome Cognome per Tuttinrete

Resta attivo anche il servizio per la raccolta dei pc e dei tablet usati, per cui si può chiamare il 334 2409907 (dal lunedì al sabato, dalle ore 9 alle 19).
I punti di raccolta e distribuzione sono presso l’Arena di Monza in viale Stucchi e a Bergamo al Patronato di San Vincenzo (in via Gavazzeni 13, con il coordinamento di Fablab Bergamo che si occuperà della rigenerazione degli apparecchi).
Per tutte le informazionihttps://bit.ly/TUTTINRETE.
Contatti: millerespiriBG@gmail.com, millerespiriMB@gmail.com, oppure facebook.com/millerespiribergamoemonza.
Mille respiri per Bergamo e Monza Brianza.
L’iniziativa, nata da un gruppo di amici, imprenditori e professionisti bergamaschi guidati da Carlo Pedrali, in collaborazione con l’UCID di Monza e Brianza e il suo presidente, Aldo Fumagalli, è attiva dagli ultimi giorni di marzo in risposta all’emergenza collegata alla diffusione del coronavirus Covid-19 sul territorio. Ha già contribuito a trasformare 1000 maschere da snorkeling in maschere C-PAP, a distribuire oltre 80.000 mascherine chirurgiche, più di 500 visiere protettive in plexiglass e ancora altro materiale, oltre a sviluppare il progetto “Tuttinrete” per la raccolta e l’acquisto di computer portatili e tablet da destinare ai progetti di Didattica a Distanza e aver partecipato alla distribuzione di oltre due tonnellate di prodotti alimentari in favore della Caritas e della Croce Rossa.
REFERENTI
AREA di BERGAMO – Carlo Pedrali, Andrea Lussana, Riccardo Bonetti, Ermanno Lumina, Gianluca Albrici, Riccardo Colombo, Andrea Guerini, Simone Di Dio, Fabio Lucchini.
AREA di MONZA – Aldo Fumagalli, Luigi Pozzi.

Condividi la notizia!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin