SKIN_BACK_ALL
La Vero Volley Monza parte forte: 3-0 contro Vibo Valentia nella Del Monte Coppa Italia
vero volley monza esultanza vs vibo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin

Vero Volley Monza – Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3-0 (25-18, 25-19, 25-19)
Vero Volley Monza: Sedlacek 9, Galassi 4, Orduna 2, Holt 13, Dzavoronok 12, Lagumdzija 16; Federici (L). Beretta, Davyskiba 1, Calligaro. N.e. Falgari, Brunetti. All. Soli
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: Cester 4, Saitta 1, Rossard 13, Chinenyeze 4, Aboubacar 9, Defalco 6; Rizzo (L). Gargiulo, Corrado, Birigui 1. N.e. Chakravorti, Sardanelli (L), Dirlic. All. Baldovin

Arbitri: Zanussi Umberto, Lot Dominga

Durata: 26′, 26′, 18′. Tot. 1h20’

NOTE

Vero Volley Monza: battute vincenti 5, battute sbagliate 9, muri 11, attacco 54%
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: battute vincenti 1, battute sbagliate 12, muri 2, attacco 43%

Impianto: Arena di Monza

Spettatori: gara a porte chiuse

MVP: Adis Lagumdzija (Vero Volley Monza)

MONZA, 13 SETTEMBRE 2020 – Prima della stagione 2020-2021 davvero positiva per la Vero Volley Monza, che sul mondoflex di casa dell’Arena di Monza batte la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3-0 nel primo match del girone A della Del Monte Coppa Italia di SuperLega. Servizio e correlazione muro-difesa (ottimo Federici tra i padroni di casa, alla prima da titolare nella massima serie) sono le armi con cui la prima squadra maschile del Consorzio Vero Volley riesce a mettere i primi tre punti in classifica (su quattro squadre della pool le prime due, al termine delle tre gare uniche, accedono ai quarti di finale). MVP del match è Lagumdzija (16 punti, 3 ace e 3 muri) ma è la macchina monzese a funzionare, tutta, nei minimi dettagli. Orduna smista perfettamente in cabina di regia, Dzavoronok e Sedlacek non fanno attendere le loro fiammate offensive, Holt mura con tempismo ed esperienza (5 personali per l’americano) ed i monzesi sprintano bene nelle metà dei tre set giocati. A farne le spese una generosa e ben attrezzata Vibo Valentia, capace di tentare delle reazioni con Rossard e Aboubacar ma evidentemente in fase di rodaggio complici le poche gare giocate sulle gambe (solo un’amichevole prima di questa sfida).

LE DICHIARAZIONI POST PARTITA

Santiago Orduna (palleggiatore Vero Volley Monza): “E’ stata una bella prova, una grande prima gara per noi. Abbiamo dimostrato un ottimo gioco rispetto a loro, grazie anche al maggior numero di amichevoli disputate. Sono felice della voglia e del carattere vista oggi, visto che l’inizio non è mai semplice. Adesso dobbiamo andare a Verona e poi Milano: altre gare difficili che dovremo preparare con la stessa attenzione. Un’altra cosa positiva è che possiamo ancora migliorare”.
Marco Rizzo (libero Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia): “Le potenzialità ci sono. Ci siamo soltanto allenati finora e questo era un ulteriore test per affinare le intese. Abbiamo fatto vedere buone cose ma poi loro sono usciti con solidità ed hanno vinto questa sfida. Dobbiamo lavorare tanto e bene, come abbiamo fatto finora, cercando di giocare al massimo queste ultime due sfide e prepararci al massimo per l’inizio del campionato”.

LA CRONACA IN BREVE
PRIMO SET
Il tecnico dei lombardi Soli sceglie Orduna in diagonale con Lagumdzija, Galassi e Holt al centro, Sedlacek e Dzavoronok in banda e Federici libero. Break Vero Volley Monza con un lampo a testa di Dzavoronok (ace) e Sedlacek, 6-4. La Tonno Callipo Calabria accorcia con Aboubacar (7-6) ma Lagumdzija schiaccia forte in lungolinea per i padroni di casa (9-7). Rossard firma 10-10 Vibo Valentia e punteggio che continua ad essere inchiodato alla parità fino al 14-14, momento in cui il primo tempo di Galassi e l’errore di Aboubacar regalano il nuovo più due alla Vero Volley e costringono Baldovin al time-out. Alla ripresa del gioco doppio ace di Lagumdzija a trainare Monza al più quattro, 18-14, con i calabresi che tentano di rientrare con Rossard (19-16). Soli inserisce Davyskiba: il bielorusso dà una mano in ricezione ai lombardi che scappano sul 23-17 grazie ad un’invasione ospite. Muro di Holt su Aboubacar, lampo di Dzavoronok e primo set alla Vero Volley Monza, 25-18.

SECONDO SET
Sestetti iniziali confermati ma questa volta è la squadra ospite ad essere avanti 5-2 grazie a qualche sbavatura monzese e ai lampi di Defalco e Aboubacar. Con pazienza i monzesi risalgono, grazie ad Orduna e alle giocate di Lagumdzija, Dzavoronok (ottimo turno al servizio per lui) e Sedlacek, e mettono la freccia, 11-8. Qualche errore dei calabresi ed il muro di Holt su Chinenyeze lancia la Vero Volley sul 15-11 e Baldovin chiama a raccolta i suoi. Alla ripresa del gioco ancora Dzavoronok a schiacciare forte per la Vero Volley, sempre più lanciata a differenza degli ospiti, incapaci di reagire (17-11). Rossard inanella una buona serie al servizio (anche un ace per il francese), Chinenyeze mura Holt e Vibo Valentia risale gradualmente (17-15). Dentro Davyskiba per Sedlacek tra le fila monzesi, sempre avanti ma con gli ospiti che inseguono (19-16). Finale tutto dei padroni di casa, che gestiscono il vantaggio e chiudono il gioco in loro favore portandosi sul 2-0.

TERZO SET
Inizio in grande equilibrio (7-7),  poi arriva il break della Vero Volley Monza guidato da Galassi al servizio, 10-7. Ancora monzesi sugli scudi in battuta, con l’ace di Dzavoronok e Baldovin chiama a raccolta i suoi sul 13-9 per i lombardi. De Falco e Chinenyeze tengono in corsa i loro, bravi ad appoggiarsi anche a Birigui per tentare l’aggancio. Con le bordate di Lagumdzija però la Vero Volley sprinta forte (anche un ace per il turco-bosniaco), 18-14. Rientra Davyskiba per Sedlacek: Lagumdzija continua a spingere, Vibo non riesce a trovare continuità in fase offensiva, e Monza si porta sul 20-16. Sul 23-16 timida reazione ospite grazie all’invasione monzese ed il muro di Aboubacar su Davyskiba, poi però Monza schiaccia forte e chiude il set 25-19 e la gara 3-0.

Condividi la notizia!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin